lo zafferano pregi e virtù della spezia gialla

Questa meraviglia chiamato Crocus Sativus è il bellissimo fiore da cui si estrae lo zafferano la preziosa spezia oggi comunemente usata.

Lo zafferano è originario della Grecia. La leggenda narra che allora fosse usato come potente afrodisiaco. In Europa viene introdotto dall’asia minore per la tintura dei teli da sposa di colore giallo.

E’ presente nella lingua italiana dal XIV secolo e deriva dall’arabo zaʿfarān (زَعْفَرَان), che equivale al persiano zaâfara, termine indicante il croco.

Le sue sostanze sono benevole alla salute dell’uomo sembra avere proprietà antiossidanti e antistress . Nella medicina ayurvedica viene impiegato per le palpitazioni cardiache.

In cucina si ha un largo uso dello zafferano tra cui ha il compito di tingere d’oro il famoso riso.

Il risotto allo zafferano nasce nel 1574 in occasione del matrimonio della figlia del famoso vetratista Valerio di Fiandra che si trovava appunto a Milano a lavorare alla fabbrica del Duomo.

Il suo collaboratore, soprannominato “Zafferano” per l’uso spropositato che faceva del colore giallo, morso dalla gelosia perchè innamorato della fanciulla che andava in sposa ad un altro uomo, per fare un dispetto mise nel riso degli sposi la preziosa spezia. Il risultato che ne ottenne fu superbo e diventò velocemente un vezzo di moda in cucina. Il famoso risotto alla milanese nacque così.

Ancora oggi continuamo a farlo con la preziosa spezia che possiamo trovare in polvere e in pistilli.

Pregiato è lo zafferano proveniente dall’Iran (cosi oggi come allora) e non è da meno la produzione italiana nel bacino del mediterraneo e in molte parti in pianura padana.

la Bottega di MgM alimentari destinata alla vendita al dettaglio, lo propone in sia in polvere che in pistilli per un risultato d’eccellenza.

Cristina Pellegrini -consulente Mgm-Alimentari e Feelingfood Spazio Eventi Milano